Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail
a cura di: Alex DeLarge - moderatrice: Ivana Migani

Non credo più nella Politica!
Assume sempre più le sembianze di un’apolide multinazionale e persiste, giorno dopo giorno, ad allontanarsi dal popolo.

Non credo più nella Politica!
Invasa da anglicismi e slogan beffardi, un linguaggio che vantando modernità ed esigenza nasconde semplicemente inganni e tradimenti.

Non credo più nella Politica!
Corrotti, pregiudicati e truffatori alla guida di un Paese straordinario; una storia invidiata dal mondo intero e una cultura imitata e decantata, caduti nelle mani di ignobili impostori.

Non credo più nella Politica!
In quei palazzi hanno completamente vietato di menzionare la parola  “uguaglianza”,  alimentando  divisioni e producendo veri e propri scarti sociali.

Non credo più nella Politica!
Mai come in questo momento storico in cui vi è una volontà collettiva, chiara e omogenea, di cambiamento, manca la presenza di quei personaggi che, con diligenza e determinazione, riuscivano a trasformare le nostre richieste in realtà.

Non credo più nella Politica!
Contaminata da un europeismo convinto, unicamente di natura economica e finanziaria che genera una vera e propria distruzione di identità e culture locali; per fare la vostra Europa state distruggendo la nostra Italia, che follia!

Non credo più nella Politica!
Governi tecnici, personaggi continuamente sostituiti ma mai scelti dal popolo, imprenditori e alta finanza  promotori di riforme, basta!

Non credo più nella Politica!
Partiti senza alcuna identità, né alcuna collocazione idealista popolare, decisi a tutti i costi di salire al vertice per attuare una politica  favorevole a coloro che li hanno finanziati.

Non credo più nella Politica!
Salvano banche e grandi imprese che hanno fatto della  privatizzazione la loro ragion d’essere, pretendendo  poi  denaro pubblico per non fallire.

Non credo più nella Politica!
Matrice e unica produttrice di biglietti dell’orrore che ingannano anziani già devastati da una misera pensione, vergogna!

Non credo più nella Politica!
Firmano a nostra insaputa trattati e accordi scellerati mentre noi, veri rappresentanti del nostro paese, ne subiamo inevitabilmente le conseguenze .

Non credo più nella Politica!
Tassazioni assurde, servizi inesistenti, banche salve e anziani senza un tetto, siete la vergogna dell’Italia, tutti, nessuno esluso.

Avete trasformato il cittadino in un semplice consumatore.

I progetti dei vostri “Maestri” e  padroni sono stati sanciti  da oltre un secolo ma sono sempre più convinto che in quegli scritti vi è un grosso errore di base:
non hanno considerato la nostra natura, e l’istinto per la sopravvivenza sapete bene che fa brutti scherzi!
[]
1 Step 1
Riproduzione

Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla, che si specifichi la fonte – il sito web Spaccanapoliblog http://www.spaccanapoliblog.it – e che si pubblichi anche questa precisazione. Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori.

Previous
Next

Facebook Comments

Scrivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi