Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail
Fedelmente riportato dal sito www.disinformazione.it - Marcello Pamio - 10 luglio 2017

GIORNALISTI SIETE LA VERGOGNA DELL’INFORMAZIONE!

Se Renzi pesta una merda o inciampa sul piede di qualche collega “onorevole” (la cui differenza è trascurabile) dedicate la prima pagina dei vostri giornali.
Se un povero bambino gravemente ammalato muore, la colpa ovviamente è dei non vaccinati e dedicate la prima pagina dei vostri giornali.
Se il papà di un bambino immunodepresso scrive un’accorata lettera, dedicate la prima pagina dei vostri giornali.
Se una persona malata di tumore muore (e la strage continua ogni giorno), è morto per la malattia e mai per la “cura”…

Questo è quello che i vostri padroni vi chiedono.

Se invece è il papà di un bambino morto o danneggiato dai vaccini a scrivere la lettera, non solo non pubblicate nulla ma lo snobbate e ridicolizzate.
Se una persona malata di tumore rifiuta le cure ufficiali e muore, allora è morta per le cure.
Se in un afoso sabato di luglio a Pesaro oltre 50.000 persone si riuniscono e via streaming circa 1 milione e 800 mila (e non per Vasco) non scrivete nulla nei vostri giornali….

Siete scandalosi e se vi rimane ancora un briciolo di dignità e di moralità VERGOGNATEVI!!!

I politici sono i camerieri dei banchieri,
i giornalisti i loro portavoce…

[]
1 Step 1
Riproduzione

Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla, che si specifichi la fonte – il sito web Spaccanapoliblog http://www.spaccanapoliblog.it – e che si pubblichi anche questa precisazione. Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori.

Previous
Next
Facebook Comments

Scrivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi