Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Siamo troppo confusi.

Un’ infinità di concetti,  messaggi, una manipolazione tale, da non farci riconoscere più la nostra condizione.
E’ così sottile il confine che  separa  il concetto del “sentirsi liberi” con l’imposizione artefatta di meccanismi, che spesso mescolandosi si trasformano in un’ unica letale alchimia.

La Pornografia, ai giorni d’oggi, appare come un netto e chiaro segnale di libertà e voglia di vivere un semplice e naturale godimento, per quale dittatoriale obbligo bisognerebbe opprimere
queste “piacere” ?
Quanto sarebbe utopico riportare la pratica sessuale al proprio senso naturale o semplicemente non arricchirla con riti satanici ?

In campo nutrizionale c’è una voglia di ritorno alla natura, in campo energetico lo stesso, ma il tema sesso, non va toccato.
Teniamo conto che immagini pornografiche triplicano l’audience ed è uno dei settori più remunerativi del cinema.

Spesso ho espresso il mio concetto di “stile” americano, inteso non come  riflesso della propria stirpe, ma come chiara ed esplicita manipolazione compiuta da menti ebraiche;
Anche nel caso della pornografia vale lo stesso concetto.
La sua diffusione  nasce, negli Stati Uniti, con  “Playboy”,  una rivista che, nonostante volesse apparire raffinata e finalizzata ad un basico erotismo, non è stata  altro che il primo approccio della grande massa a tale pratica  , attaccando la famiglia, e spesso, nelle finte lettere pubblicate, non si faceva altro che ridicolizzare tutti i valori dei principi tradizionali.
Il Boss di Playboy è Hugh Hefner, israelita,  con una vita ricca tra matrimoni e convivenze con numerose conigliette.
In passato, la diffusione della pornografia è avvenuta con la vendita di video cassette e cd rom, il 94%  di questo materiale è stato prodotto negli Stati Uniti d’America;
Con l’avvento di internet è riuscita ad insediarsi nelle case di tutti.

La pornografia non è altro che una droga.

E’ proprio come la droga genera nell’ individuo una visione distorta della realtà, la pornografia si adopera nell’abbandono della normale sessualità, creando curiosità e dando vita a nuovi bisogni.
A tal proposito c’è uno studio di un neuropsichiatra, Dott. Salinger :

Su alcune personalità fragili, la violenza e la pornografia possono servire da modelli di comportamento , poiché il potere dell’immagine viene a sostituirsi al pensiero . In tutto ciò che è strettamente visivo, non si devono immaginare le cose: esse scivolano in noi per funzionare come modello”.

Nel disegno massonico, c’è la necessità di creare un “uomo-bestia” che, confuso nel vizio e perdendo ogni valore, ricerca a tutti i costi un godimento, e che, protratto nella sua condizione di schiavitù, non si ribellerà ad i propri padroni.
Non è una casualità l’aver inserito simboli  sessuali nei cartoni animati poichè :

“la corruzione delle idee deve cominciare fin dalla fanciullezza, nell’educazione. Schiacciate il nemico, qualunque esso sia, ma, soprattutto, schiacciatelo quando è ancora nell’uovo. Alla gioventù infatti bisogna mirare: bisogna sedurre i giovani, attirarli, senza che se ne accorgano. Andate alla gioventù  e, se è possibile, fin dall’infanzia”.(opera di Monsignor Delassus 1907)

E’ inconfutabile questa essenza luciferina, in perfetta armonia con il  credo massonico e la loro voglia di creare un uomo nuovo.
Per non parlare dell’induzione a crimini sessuali e feroci depravazioni…

A’ rò jamm a Fernì !!

[]
1 Step 1
Riproduzione

Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla, che si specifichi la fonte – il sito web Spaccanapoliblog http://www.spaccanapoliblog.it – e che si pubblichi anche questa precisazione. Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori.

Previous
Next

fonti ed articoli correlati

http://www.quieuropa.it/massoneria-e-industria-del-porno-il-piano-segreto-del-1824/

 

Facebook Comments

Scrivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi