Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
a cura di : AlexDeLarge

Narrami, o Musa, dell’eroe multiforme, che tanto vagò, dopo che distrusse la rocca sacra di Troia; di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri, per acquistare a sé la vita e il ritorno ai compagni.

Brumotti sembra proprio uscito dal proemio dell’Odissea.

Parte dalla sua patria, carico di eroismo e filantropia, per distruggere il male e ripulire le strade, armato esclusivamente di bici e telecamera; Achille è nulla a confronto.
Battaglie ardue e sanguinose condotte a Verona, Vicenza, Mestre, Catanzaro, Torino, Venezia e via dicendo.
Pericolosissimi appostamenti spesso compiuti su bordi di altissimi ponti con la sua bici e la sua magica maestria nel condurla, illumina le nostri menti facendoci conoscere lati oscuri e insidie di tanti luoghi comuni; sovente delizia i nostri sensi con rocamboleschi inseguimenti mettendo a rischio la propria incolumità e quella della propria squadra pur di riuscire nel nobile intento di tutelare la nostra comunità.

Chissà se un giorno i posteri potranno leggere le gesta compiute da tale valoroso guerriero ! non credo.

All’estero viene addirittura definito come “cacciatore di mafiosi” e, proprio a questo punto, un invito alla riflessione risulta categorico.

E’ doveroso rammentare che in queste tipologie di “servizi” non vi è mai la presenza di “grossi” personaggi che muovono ingenti quantità di “droga” e non di “pacchi” o comunque noti banchieri o commercialisti che si adoperano nella pulizia di considerevoli giri di denaro.
E’ palese che lo sportivo, giornalista, conduttore, reporter si ritrovi sempre a rapportarsi con un covo di disadattati, emarginati, quelle persone insomma che la politica prima ci impone di ospitare e subito dopo trasforma in scarto sociale.
Gente insomma che dopo essere riusciti a scappare dalla propria terra, ostile a qualsiasi forma di dignità e decenza umana, si ritrova in Europa senza  possibilità alcuna di riscatto.
Ciò di certo non giustifica questa tipologia di reati nè chi le compie, ma a mio avviso è molto più disgustoso chi strumentalizza tali scenari sociali per la pochezza della pecunia.
Editori pronti a pagare ottime ricompense per coloro che sono disposti a rischiare la propria integrità fisica per aumentare l’audience.

Una vera e propria spettacolarizzazione volta a provocare facile indignazione e reazioni estreme per la “prima serata”.
Incuranti degli effetti che tali atteggiamenti generano nel grande pubblico, criminalizzando intere comunità senza alcun appello.

Brumotti è perfettamente consapevole che, per realizzare servizi “contro le droghe”, non è necessario percorrere miglialia e migliaia di chilometri o effettuare rischiosi e costosi appostamenti in bici, ma basterebbe passeggiare tra gli studi di Mediaset, con la sola differenza che non ritroverebbe più l’anonimo e innocuo extracomunitario di strada ma bensì gente ben vestita che è preferibile non mettersela contro poichè, le loro cravatte e le loro montblanc, risulterebbero molto più letali di qualche sasso o pugno che si becca di tanto in tanto.

Brumotti è perfettamente consapevole che ciò che conduce non ha nulla a che vedere con “inchieste giornalistiche” , Lorenzo Anfuso su retePalermo ha scritto che una serie informazione è generata da fonti, ricerche e testimonianze mirate e non di certo da un megafono.

Brumotti è altrettanto a conoscenza che la natura dei suoi spettacoli hanno natura tutt’altro che filantropa.

Eppure sembra che Striscia  sia una delle trasmissioni televisive più seguite, ma del resto, Sfera Ebbasta sembra essere uno dei cantanti più in voga, e Salvini pare sia considerato un buon politico .
[]
1 Step 1
Riproduzione

Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla, che si specifichi la fonte – il sito web Spaccanapoliblog http://www.spaccanapoliblog.it – e che si pubblichi anche questa precisazione. Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori.

Previous
Next

Facebook Comments

Scrivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi