Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Leggendo le varie notizie di qualche giorno fa, finalmente riesco a sorridere  grazie alle dichiarazioni fatte da Cristina Donadio (Chanel nella serie Gomorra) :

“È una  scena fuori da ogni contesto, girata e montata con grande maestria,Chanel ha buttato fuori una sua classe. Poteva essere trash, invece è un momento di grande libertà”

Approfondendo l’argomento, riesco ad intuire, dalle varie letture, che la volontà del regista è quella di far apparire un personaggio così duro e severo come Chanel, fuori dai propri schemi e vogliosa di vivere le proprie libertà.

I più fantasiosi descrivono la scelta del regista “pura metafora narrativa” provocando  anche nel Vibratore una crisi esistenziale :

credeva che la propria fabbricazione fosse destinata a scopi ben diversi da situazioni così complesse ed è per questa ragione che vibrava a 360°..paura

Come in tutte le cose, la scena ha creato una spaccatura di opinioni; Per quanto mi riguarda, l’ho trovata volgare ed assolutamente fuori tema, non che mi scandalizzi il vibratore o Chanel ma sinceramente non ci trovo alcuna maestria.

Facebook Comments

Scrivi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi